chiama oraAvv. M. Navarro  +39 334 943 2522 - Avv. L. Uberti +39 339 167 2826   info@studiolegalenavarrouberti.it       vai al sito BBS Gestioni Immobiliari
studio legale

Navarro - Uberti
Prevenzione, Strategia, Attenzione. Da mihi facto, dabo tibi ius - narrami il fatto e ti darĂ² il diritto


 Il Blog

REVOCA PATENTE DI GUIDA DOPO CONDANNA PER REATI IN MATERIA DI STUPEFACENTI



Come difendersi, da questa ulteriore “punizione”  

Forse non tutti sanno che per ottenere e conservare la patente di guida è necessario possedere i requisiti morali richiesti dall’Art. 120 del Codice della Strada.   Può capitare, quindi, che dopo una condanna, anche per un reato lieve, in materia di stupefacenti, venga revocata la patente di guida già conseguita o venga negata la possibilità di sostenere l'esame abilitativo per conseguirne una nuova.  

Il Prefetto, infatti, nell'ipotesi di condanne definitive per i reati di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti valuta se il soggetto sia in possesso dei requisiti morali necessari.

Rispetto al passato, nei casi di revoca della patente ora il Prefetto deve svolgere una valutazione discrezionale del possesso dei requisiti e non applicare automaticamente la revoca ad ogni condanna penale. Le nuove linee guida prevedono la revoca solo per le ipotesi più gravi citati nell'art. 120.  

Nel caso del primo rilascio della Patente di Guida invece è ancora prevista l'applicazione automatica del diniego.  

Come difendersi, quindi, da questa ulteriore “punizione” inflitta dall'Autorità?  

In questo caso il fattore da tenere in considerazione è quello temporale, ovvero la norma stabilisce che il Prefetto non possa emanare uno dei provvedimenti di cui stiamo parlando per un tempo illimitato, bensì entro 3 anni dal momento in cui la sentenza diviene definitiva (ovvero quando non è più impugnabile).  

Ma come scoprire se la patente è stata revocata o che non si può sostenere l'esame di guida?  

Dobbiamo distinguere le due ipotesi:

Come si possono eliminare questi ostacoli?

Anche qui dobbiamo distinguere le due ipotesi:

Concludendo: il consiglio è quello di fare valutare la vostra situazione ad un legale che abbia già trattato casi simili in passato e che si possa interfacciare con le diverse Autorità conoscendo approfonditamente la materia e le procedure da seguire.  

Lo Studio legale Navarro Uberti è in grado di assistervi in ogni fase di questo procedimento.

Per ogni informazione: email: info@studiolegalenavarro.it. e telefono: Avv. Laura Uberti: +39 339 167 2826  

 

Riferimenti normativi: art. 73 dpr 309/90), associazione finalizzata al traffico (art. 74 dpr 309/90)



data 10/06/2021
Categoria Diritto penale
Autore Autore: Avvocato Laura Uberti

condividi questo articolo con amici e collaboratori

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Linkein
Condividi con email